Indennizzo 600€: come si ottiene

Da mercoledì 1 APRILE sul sito dell’INPS si potrà inoltrare la domanda per l’indennizzo di 600 euro, non soggette ad imposizione fiscale (che verrà dato anche ad APRILE) che il decreto #CuraItalia riserva per il mese in corso a Partite IVA, autonomi, lavoratori agricoli, del turismo e dello spettacolo.
Dopo aver ottenuto il PIN (istruzioni di seguito), questa è la procedura da seguire:

1 Entrare nella sezione personale del sito INPS attraverso il PIN cittadino
2 Accedere
3 Proseguire per Accesso servizi on line
4 Nella barra di ricerca selezionare “Domande per prestazioni al sostegno del reddito”
5 Selezionare “Indennità COVID-19″

Dalla data di cui sopra è possibile accedere direttamente da qui:

https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx…

📌 Per conoscere l’elenco delle singole indennità e delle categorie di lavoratori destinatari delle medesime: https://www.inps.it/…/Messaggio%20numero%201288%20del%2020-…
– Il congedo parentale per i lavoratori dipendenti è già attivo: ad oggi l’Istituto registra circa 100mila richieste di congedo con periodi dal 5 marzo.
– Le procedure per la Cassa Integrazione, sia quella ordinaria che in deroga, sono consolidate e ulteriormente semplificate.
– Le procedure e la domanda per il bonus babysitter possono essere inviate a partire dal 1° Aprile.
📌 La richiesta del PIN può essere effettuata attraverso i seguenti canali:
• sito internet www.inps.it, utilizzando il servizio “Richiesta PIN”, link: https://www.inps.it/NuovoportaleINPS/default.aspx… e cliccare su “ procedura di richiesta PIN”;
• Contact Center, chiamando il numero verde 803 164 (gratuito da rete fissa), oppure 06164164 (a pagamento da rete mobile).

Una volta ricevute (via SMS o e-mail) le prime otto cifre del PIN, il cittadino le può immediatamente utilizzare in fase di autenticazione per la compilazione e l’invio della domanda on line per le sole prestazioni sopra individuate.
Qualora il cittadino non riceva, entro 12 ore dalla richiesta, la prima parte del PIN, è invitato a chiamare il Contact Center per la validazione della richiesta.
Con riferimento alla sola prestazione “bonus per i servizi di baby-sitting”, nell’ipotesi che la domanda sia stata inoltrata con il PIN semplificato, il cittadino dovrà venire in possesso anche della seconda parte del PIN, al fine della necessaria registrazione sulla piattaforma Libretto di Famiglia e dell’appropriazione telematica del bonus (cfr. paragrafo n. 5, circolare n. 44 del 24 marzo 2020).

Per tutte le info consultare il sito dell’INPS: www.inps.it

image_pdfimage_print

Commenti chiusi.